Astigmatismo

È un difetto di messa a fuoco, dovuto ad una deformazione della cornea (la parte trasparente dell'occhio a contatto con l'esterno, che funge da lente), per cui le immagini appaiono, a qualsiasi distanza, indistinte e distorte lungo una certa direzione ("asse").

Cause
Forma irregolare della cornea o, più raramente, del cristallino. In condizioni normali la cornea ha la forma regolare di una mezza sfera, e, come una lente che fa convergere i raggi del sole su un unico punto, convoglia tutti i raggi luminosi provenienti dall'esterno su un preciso punto della retina. Nell'astigmatismo la cornea ha più o meno la forma di un mezzo pallone da rugby, con due raggi di curvatura diversi, che creano due punti di messa a fuoco diversi e quindi una visione sfuocata lungo l'asse della deformazione.

Si distinguono:

  • astigmatismo miopico: un fuoco sulla retina e uno davanti ad essa
  • astigmatismo ipermetropico: un fuoco sulla retina e uno dietro
  • astigmatismo misto: un fuoco davanti ed uno dietro la retina

L'astigmatismo può essere associato a miopia o a ipermetropia: in questo caso si parla di astigmatismo composto (entrambi i fuochi cadono davanti o dietro la retina).

Come e quando si manifesta
Gli astigmatismi di grado lieve possono non dare alcun sintomo oppure causare disturbi da affaticamento, dovuti al continuo sforzo di accomodazione nel tentativo di ottenere un'immagine nitida (dolore agli occhi o all'arcata cigliare, bruciori, cefalea, lacrimazione eccessiva). Astigmatismi più elevati comportano una visione sfuocata, sia da vicino sia da lontano. Quasi tutti gli astigmatismi interessano entrambi gli occhi e sono su base ereditaria, quindi si manifestano sin dalla prima età scolare o anche in età prescolare.

Mezzi correttivi
Lenti oftalmiche (per occhiali), lenti a contatto, chirurgia refrattiva. Un astigmatismo di 0,5 – 1 diottria è ritenuto fisiologico e spesso non necessita di correzione.